Calcolosi Urinaria

Malattia la cui patogenesi è ancora sconosciuta. Interessa più del 13% della popolazione, con netta prevalenza per il sesso maschile.

 

I principali fattori che intervengono nella formazione del calcolo sono da imputarsi nella grande quantità di soluti nelle urine, l’idratazione, il tipo di alimentazione, la familiarità, la presenza di eventuali malformazioni anatomiche, il Ph urinario.

 

Inoltre la formazione del calcolo dipende dalla combinazione tra la cristallizzazione iniziale di quella determinata sostanza, dalla presenza di una matrice organica che funziona da “collante” dei cristalli, e dalla mancanza o diminuzione dei fattori inibitori della cristallizzazione.

Calcoli

Esistono diversi tipi di calcoli:

- Calcoli di calcio
- Calcoli di acido urico
- Calcoli di Cistina
- Calcoli di fosfato-ammonio-magensio (struvite)

 

I calcoli si formano a livello della papilla renale poi crescono e migrano nell’apparato urinario.
I punti più stretti dell’uretere costituiscono la localizzazione abituale dei calcoli.

 

A seconda della sede del calcolo, del volume e dalla presenza d’Idronefrosi cambiano le indicazioni chirurgiche per il trattamento della Litiasi reno-urtereale.

Share by: